mercoledì 8 ottobre 2008

Gruppo, équipe, team

Come non tutti sapete, tra una settimana vado in Polonia per il progetto Comenius che la nostra scuola sta portando avanti già da 2 anni. Questo progetto riguarda solo i docenti e ciò ha scatenato una serie di lamentele (dovrei chiamarle invidie ma evito) da parte di molti colleghi che erano, sono e saranno convinti dell'inutilità della cosa e del fatto che in pratica chi parte si va a fare una settimana di vacanza. Non riuscirò sicuramente a convincere nessuno, neanche giurando sulla Bibbia, che così non è, ma non è questo che mi interessa. In questi giorni abbiamo lavorato sui temi che dovremo affronare (ciascuno di noi farà una relazione in inglese, di fronte ad un'audience di una quarantina di docenti di 6 nazioni diverse, su un tema particolare) e, in particolare abbiamo parlato del lavoro di gruppo, di cosa lo rende produttivo e di quello che invece lo rende difficoltoso. Tutti concordiamo sul fatto che il clima di fiducia reciproco è uno degli elementi fondamentali senza il quale il lavoro di gruppo è assolutamente improduttivo. La trasparenza, la schiettezza, la possibilità anche di sbagliare in libertà senza essere presi in giro o peggio rimproverati da uno o più membri del gruppo rende il gruppo forte e coeso e contribuisce a creare un clima positivo che porta poi al raggiungimento dell'obiettivo prefissato.
Ho riflettuto bene su tutto questo e vi invito a fare lo stesso, partendo dalla vostra esperienza personale. Quand'è che il gruppo classe lavora meno bene? La coesione all'interno dei ragazzi e/o tra i docenti incide o no, secondo voi, sul vostro lavoro scolastico? Che si potrebbe fare per migliorare il clima all'interno di una classe? Notate come esso cambi da un anno all'altro e a che cosa imputate questo cambiamento? Scrivere, scrivere, scrivere commenti di ogni tipo.
Personalmente ho notato che in una delle mie classi la situazione è migliorata rispetto allo scorso anno; in un'altra peggiorata. Di quali classi, secondo voi, sto parlando? E voi, ve ne siete accorti?

Qui ci vuole un bel colore verde.

11 commenti:

Rita ha detto...

prof nn so a quali classi si riferisce posso sl dirle ke noi nn abbiamo quasi mai avuto problemi d qst tipo si magari all'inizio si ma era normale ci siamo integrati molto bene tra d noi o sbaglio??e penso ke siamo una bella classe!ah prof ho dimenticalo a ringraziarla x la canzone ke le avevo kiesto d aggiungere!adesso vado a nanna notte la voglio bene

G.Adragna ha detto...

Per Rita
proprio nella vostra classe non ci sono mai stati problemi. Vediamo quest'anno anche se mi sembra che le new entry non siano negativi. Cmq mi riferivo ad altre due classi. Passaparola

chiara 5 c ha detto...

QUANTA CATTIVERIA E IPOCRISIA CHE MI RITROVO NELL' AMBIENTE DOVE TRASCORRO LA MAGGIOR PARTE DELLE MIE GIORNATE...QUANDO ENTRO IN QUELLA STANZA SENTO UN ANGOSCIA IMPRESSIONANTE, MI SENTO PRESA DI MIRA...MA HO DECISO DI PREOCCUPARMI DEL MIO INTERESSE... NON MI IMPORTERà PIù SE LA GENTE PARLA MALE DI ME,NON SO PER QUALE MOTIVO, O SE RIDONO QUANDO DICO QUALCHE CRETINATA...SI SENTO PIù FURBI MA NON SANNO CHE QUANDO USCIRANNO DA QUELL' AMBIENTE RICERANNO TANTI DI QUEI CALCI NEL SEDERE...DO UN PICCOLO CONSIGLIO RISPETTATE LA GENTE SE VOLETE RICEVERE ALTRETTANTO RISPETTO...

Giusi (Jimma) ha detto...

Chiara Chiara...forse io sono l'ultima persona che può darti un consiglio a riguardo, ma adesso mi sento la prima persona disposta a far capire chi, come te delusa da qualcosa o qualcuno deve cmq andare avanti..e sopratutto non perdere di mira mai i propri obiettivi perchè poi diventa più difficile raggiungerli..loro vanno avanti e tu rimani indietro..queste cose fanno parte della vita..ma dato che credo in te una bella persona non voglio che stia male per gente "diversa" da noi,è proprio come la lezione di Francese Italiano che ti è piaciuta tanto..la sensibilità che forse abbiamo noi molta gente non la potrà mai capire e non per questo bisogna smettere di credere in qualcosa..lo dici anche tu BUON VISO A CATTIVO GIOCO!..fuori da lì non siamo più niente...e ricordaaa come dico sempre io... NON C'è PROPRIO MOTIVOOO!!!!!!

daniele ha detto...

salve prof sono Taniele non so quale sia la classe migliore o peggiore.Secondo me possiamo escludere nel la 1c perche se non vado errato lei li ha a secondo quadrimestre.C'e la 2 3 4 5c ma nn voglio dire niente.Apparte che nella nostra classe non credo che ci siano problemi anzi siamo molto uniti poi non so cosa ne pensa lei.
Per il fatto del colore ,ottima scelta perche il verde vuol dire speranza(speranza che il progetto Comenius vada bene).Arrivederci prof.ci vediamo a scuola mi stia bene.forza 3c!!!

P.S.approposito delle new entry da lunedi abbiamo un nuovo compagno.
A ancora mi deve dire se le e piaciuta la canzone...

Rita ha detto...

prof è tre gg ke nn aggiorna il suo blog cm mai??

Anonimo ha detto...

alle volte penso ke più si diventi grandi più si diventi ingenui...prof secondo me ki dice ke questo progetto non abbia un vero scopo, ma sarebbe come una "vacanza"...beh direi a questi suoi colleghi...non che miei superiori di guardarsi bene dall'invidia, perchè è una brutta bestia...

Anonimo ha detto...

il gruppo classe,prof,lavora meno quando si incomincia a crescere,quando ognuno pensa solo a se stesso...alla propria formazione...bisognerebbe che i docenti spingano i ragazzi/e a lavorare tutti insieme..così da non far svanire il "gruppo"!

Anonimo ha detto...

prof,mi scusi ma mi sono dimenticata di dire che sono ilenia...buon fine settimana...arrivederla!

G.Adragna ha detto...

Per Chiara, Giusy, Ylenia.
Penso di aver risposto alle vostre affermazioni nel post successivo . Continuo a pensare che l'individualismo sia la causa principale del vivere male. Non è solo una questione di cattiveria ma di brutti modelli che vengono ritenuti vincenti. Stile Maria De Filippi (se fosse x me la proibirei) in cui il modello negativo viene messo sempre in primo piano mentre quello positivo in secondo. Perchè fa più audience lo sciarramento!!! A questo aggiungo quello che si vede in giro quando ci sono le varie tribune politiche o altro. E' il trionfo della barbarie!! Siccome sono vecchio, penso che, quando c'è la buona fede naturalm, bisogna sempre proporre modelli positivi ed insistere. Tra i miei colleghi p.es. c'è stato, c'è e ci sarà sempre qualcuno che lavora di meno e male. Possiamo prenderlo come modello? Mi devo demoralizzare e mollare perchè il mio modo di fare non è riconosciuto da tutti, non è quello vincente? Manco per idea, se credo di fare il bene e attorno a me c'è consenso sul mio modo di lavorare perchè cambiare? Non bisogna cambiare. Il nostro modello deve essere quello vincente!

Claudia e Jessika 5 c ha detto...

salve prof!!!finalmente anke noi a curiosare tra i suoi pensieri!!
dobbiamo dirle ke è veramente interessante tutto ciò di cui lei parla...ci ha molto colpito l'intervento sul suo ultimo viaggio...
leggendo anke i commenti che le sono stati fatti abbiamo avuto la conferma ke quest'anno il "rapporto classe" non è dei migliori!
guardiamo in faccia la realtà prof..nn sempre ciò ke appare è realtà...molto spesso appare sempre quello ke ci imponiamo di fare apparire!!
oppure..se vogliamo continuare a parlare...ci sarebbe da dire ke il vittimismo è una brutta bestia!!!

Spesso le persone vengono definite cattive per il loro essere sincero e per la capacità di saper dire le cose in faccia!!!

Con questo nn ci sembra opportuno metterla in mezzo ai rapporti ke intercorrono nella nostra classe...la nostra è stata solo una semplice risposta, ma ovviamente se vuole esprimere un suo parere è libero di farlo!!! =)

a domani...ciao profff